Marinaleda: il paese senza delinquenza dove chiunque può acquistare una casa con 15 euro al mese

Avete mai provato a googlare “Marinaleda”? Se lo avete fatto sapete già che Marinaleda è un paesino di 2645 abitanti, situato nella comunità autonoma dell’Andalusia, Spagna. Se non lo avete fatto, ora lo sapete. Il suo nome è legato ad un’utopia: una realtà fantastica in cui non esistono disoccupazione e delinquenza e dove chiunque può avere una casa propria per soli 15 euro al mese, purché se la costruisca da sé.

L’amministrazione di Marinaleda porta avanti un progetto urbanistico alquanto particolare. Il ter­re­no viene ce­du­to gratuitamente all’”auto – costruttore” e, gra­zie a una convezione con il go­ver­no regionale andaluso, il materiale edi­li­zio e al­cu­ni ope­rai ven­go­no messi a disposizione gratuitamente. Oggi si contano 350 case, di cui alcune incompiute.

marinaleda

 A Marinaleda non esiste la polizia: gli abitanti e l’amministrazione credono molto di più nel senso  e nella coscienza civici, che nella repressione. I soldi che dovrebbero essere usati per finanziare il sistema di polizia vengono investiti in opere pubbliche (per esempio oggi è in costruzione una piscina).

Il sistema scolastico è quello comune a tutta la regione andalusa. Ma tutti i bambini devono partecipare ad attività speciali che riguardano l’orticoltura e l’educazione civica. Non sono però previsti, al termine del ciclo scolastico, corsi di specializzazione, né di formazione nel ramo imprenditoriale.

marinaleda-17

Ma questa moderna città del sole è davvero l’”utopia verso la pace” che la Spagna si vanta di avere e a cui il gruppo Ska-P ha dedicato la canzone Marinaleda, un guiño al pueblo sivillano (traduzione: Marinaleda, un cenno al popolo sivigliano). 

Il sistema di auto – costruzione è utile perché permette agli agricoltori di avere una casa e un terreno da coltivare in un Paese in cui la crisi è stata causata anche da una massiccia speculazione edilizia. Ma l’organizzazione in cooperativa (Coperativa Humar – Marinaleda S.C.A.) non assicura uno stipendio molto alto, e non è garantito mensilmente. I furti ci sono anche a Marinaleda, anche se non c’è molto da rubare in un paese che vive soprattutto di agricoltura, e tutte le controversie vengono risolte sul piano della collaborazione e della partecipazione. Forse non è perfetta, ma, a parte il fatto che la perfezione è di una noia mortale, Marinaleda è in realtà la misura della nostra imperfezione. Il segno che se c’è volontà e forza allora si può vivere anche con poco in una terra, quella andalusa, bella e antica come ne sono rimaste poche.

 

di Angela Cutillo

0
Diritto processuale civile – Prof. Auletta Diritto dell’Unione europea – Prof. Mastroianni

Nessun commento

No comments yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *